Batteria che funziona a ZUCCHERO

Un gruppo di ricercatori della Saint Louis University nello stato del Missouri ha sviluppato una particolare batteria a celle di combustibile che fa uso di zucchero. Tra i vantaggi vi sarebbero quello di poter essere alimentata da un qualunque tipo di soluzione contenga zucchero (anche un comunissimo succo di frutta!) e un'autonomia operativa dalle tre alle quattro volte superiore rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio.

Il funzionamento è piuttosto semplice: la batteria prevede l'impiego di un enzima in grado di convertire l'energia chimica dello zucchero in elettricità, con solamente l'acqua come materiale di scarto della reazione. Il concetto di zucchero come "combustibile" è di fatto preso a prestito dalla biologia: la maggior parte degli esseri viventi traggono infatti l'energia necessaria alla vita proprio dalla sintesi dello zucchero contenuto nei cibi.

Una caratteristica particolare di queste batterie è la possibilità di produzione esclusivamente con materiali biodegradabili, con il risultato di ridurre notevolmente l'impatto ambientale.

Link: physorg

2 commenti:

Picchio ha detto...

Avevo letto qualcosa del genere... farà la fine della macchina a idrogeno?!

Colla ha detto...

Il discorso dell'idrogeno è molto più complicato: produzione difficile e interessi monetari sul petrolio...